Slide
#generazioni

ARCHIVISSIMA 2021

PlayPlay
Antonio Federighi def
antonio federighi

Farmigea viene acquisita, a tre anni dalla costituzione, nel 1949 da Antonio Federighi, imprenditore agricolo pisano, con il preciso intento di affidarla ai tre figli: Leopoldo, Laura Alberta e Alberto.

Antonio Federighi gioca su un'altalena - Archivio Storico Federighi

Antonio Federighi Farmiga archivistica
Leopoldo Federighi def
leopoldo federighi

Leopoldo, grazie alle sue conoscenze in ambito universitario, permetterà a Farmigea di iniziare l’attività di ricerca e porrà solide basi per il futuro. Si deve a lui la scelta di specializzarsi in oftalmologia.

Leopoldo Federighi durante una visita aziendale negli anni '60 - Archivio Storico Farmigea

Antonio Federighi Farmiga archivistica
Leopoldo Federighi def
mario federighi

Nel 2001 a seguito di un family buyout Mario Federighi, figlio di Leopoldo, diventa la quarta generazioni alla guida di Farmigea.

Mario Federighi alla proprio scrivania nella sede di Ospedaletto (Pisa) - Archivio Storico Farmigea

Antonio Federighi Farmiga archivistica
Leopoldo Federighi def
la prossima
generazione

Oggi Farmigea guarda al futuro con l’ingresso in azienda della quinta generazione della famiglia.

Antonio Federighi Farmiga archivistica
previous arrow
next arrow
Slide

1

I primi colliri Farmigea vengono lanciati sul mercato nel 1950 con il “reparto oftalmici”

2

I contenitori utilizzati avevano una particolare caratteristica: un beccuccio piegato al fine di facilitarne l’applicazione.

4

Oggi la sfida è proseguire la ricerca immaginando il collirio del futuro sempre più capace di migliorare la qualità di vita dei pazienti.

3

Negli anni i listini dei colliri Farmigea sono costantemente cresciuti con l’unico obiettivo di migliorarsi costantemente con nuove formulazioni e nuovi brevetti.

4

Oggi la sfida è proseguire la ricerca immaginando il collirio del futuro sempre più capace di migliorare la qualità di vita dei pazienti.

Leopoldo Federighi def
il monodose

1

A inizio anni ‘80 Farmigea avvia le sperimentazioni per la produzione di nuovi contenitori monodose richiudibili.

Antonio Federighi Farmiga archivistica
Antonio Federighi Farmiga archivistica

2

Nel 1983, dopo tre anni di ricerche, vengono brevettati a livello mondiale i Monodose Richiudibili per Colliri Senza Conservanti. Viene così introdotto un nuovo standard di riferimento per i colliri monodose.

3

primi lotti pilota avevano l’astuccio in metallo, una scelta poco pratica ma utile per le prime sperimentazioni. Presto verrà scelta la confezione in plastica.

Antonio Federighi Farmiga archivistica
Antonio Federighi Farmiga archivistica

4

Oggi la tecnologia si è evoluta e i monodose sono imbustati in pratiche confezioni in alluminio per garantire maggiori standard di qualità e confezionamento.

Antonio Federighi Farmiga archivistica
Slide
#generazioni

Un iniziativa di Archivio Storico Farmigea per Archivissima 2021